Idee e attivitŕ 
 
Progetti ed Eventi Internazionali per le Arti, il Cinema e l'Economia

La produzione editoriale di Edizioni Olivares, fondata nel 1986 da Federica Olivares, si articola su diverse piattaforme: volumi e cataloghi, ideazione di eventi d’arte e di retrospettive cinematografiche, produzioni di video e trasmissioni televisive di attualità culturale realizzati in collaborazione con Musei, Istituzioni e Aziende internazionali.
 
 
 
 
 
 
 
 
Nel 2005, Edizioni Olivares pubblica La Cina non č per tutti. Rischi e opportunitŕ del piů grande mercato del mondo a cura di Maria Weber: volume collettivo che, attraverso l'esperienza di professionisti della materia, traccia un quadro completo e aggiornato sul mercato dell'Estremo Oriente. Nel campo delle arti visive č editore di Felice Frankel. Sguardi sulla Scienza/Visions of Science, monografia dedicata alla fotografa statunitense e alla sua particolare ricerca nella rappresentazione e narrazione della scienza.

Nel 2004 realizza il Catalogo ufficiale d’accompagnamento della Mostra Fra Carnevale. Un artista rinascimentale da Filippo Lippi a Piero della Francesca – Pinacoteca di Brera,Milano (13 ottobre 2004 – 9 gennaio 2005) e Metropolitan Museum of Art, New York (1febbraio – 1 maggio 2005), è coeditore dell’edizione americana con il Metropolitan Museum of Art e Yale University Press e si occupa del coordinamento tra Milano e New York. Il 30 Novembre 2004 Edizioni Olivares presenta al Museo Poldi Pezzoli di Milano, il volume Arnaldo Pomodoro e il Museo Poldi Pezzoli. La Sala d’Armi, allestimento donato dallo scultore alla casa-museo milanese.

Nel 2003 pubblica il Catalogo di accompagnamento della Mostra 387 d.c. Ambrogio e Agostino, le sorgenti dell’Europa, Museo Diocesano di Milano (8 dicembre 2003 – 2 maggio 2004) e il volume d’approfondimento Ambrogio e Agostino. Il significato di un incontro, a firma di Monsignor Luigi Crivelli.

Nel 2000 inaugura presso il Metropolitan Museum di New York la prima mostra monografica dedicata negli USA al pittore Evaristo Baschenis (The Still Lifes of EvaristoBaschenis: the Music of Silence), dopo aver debuttato nel 1998 sempre al Metropolitan con la Mostra Donato Creti: Melancoly and Perfection (1998) presentata anche al Los Angeles County Museum of Art.

Con il volume Dora Maar senza Picasso (2001) vara le coedizioni con l’editore Thames &Hudson.

Nel 2002, nella collana “Ritratti”, appare la monografia Lee Miller - Ritratti di una vita,insieme alla prima personale italiana dedicata all’Artista, presso la Galleria Moncada di Roma.

Dal 1997 la Casa Editrice dĂ  vita a volumi di approfondimento legati agli eventi internazionali sul Cinema italiano.
In questo campo collabora con prestigiose istituzioni: dal Museum of Modern Art, al Linco ln Center, al Guggenheim Museum, alla Brooklyn Academy of Music, divenendone l’editore di riferimento per le rassegne, le retrospettive e i film festival dedicati ai grandi del cinema d’autore. Dal 1997 è l’editore italiano del Festival Internazionale del Film di Locarno. Nel 2004 Edizioni Olivares sigla un importante accordo di coedizione con il MoMA (Museum of Modern Art) di New York, pubblicando: Film Posters, sulla storia della cartellonistica d'arte dei poster cinematografici italiani dagli anni Quaranta e The Hidden God. Cinema e Spiritualità, che raccoglie le riflessioni di cineasti, scrittori e artisti sul senso e la rappresentazione della divinità nella cinematografia mondiale dal dopoguerra. The HiddenGod accompagna la rassegna omonima nel 2004 al Museum of Modern Art.

Dal 2001 Edizioni Olivares realizza con il marchio Artshorts produzioni di trasmissioni televisive e video d’arte e attualità culturale per piattaforme diverse: canali televisivi digitali, DVD e streaming video.

Con il programma Arte e Impresa – Musei e Collezioni delle grandi Aziende Italiane Edizioni Olivares-Artshorts inaugura la sua collaborazione con RaiSat Art. La trasmissione va in onda nel 2002.

Nel 2002 Edizioni Olivares-Artshorts realizza per Intesa Bci Le Fortune dell’Arte, un video declinato su diverse piattaforme (VHS, DVD e testo di accompagnamento) sull’evoluzione del rapporto tra Artisti e mercato, dalla fine dell’Ottocento alle Avanguardie internazionali del Novecento.

Le Fortune dell’Arte ha ricevuto la menzione speciale del Premio Cenacolo “Editoria e Innovazione” edizione 2002 “per l’approccio innovativo alla comunicazione aziendale.

Nel 2003 Edizioni Olivares-Artshorts è ideatore e coproduttore, in collaborazione con RaiSatRagazzi, del format televisivo Giocare l’Arte. Un viaggio nelle immagini dell’arte contemporanea, che ha come Partner istituzionale la Provincia di Milano. Giocare l’Arte è il primo programma televisivo dedicato ai ragazzi delle scuole medie, agli insegnanti e ai genitori che utilizza l’arte contemporanea come strumento per imparare a osservare e interpretare le opere d’arte e comprendere le forme del presente. Autrice del programma è Angela Vettese, Docente e Critica d’arte contemporanea. Nel settore dell’Economia e dei New Media, la Casa Editrice pubblica i titoli più innovativi prodotti dalle grandi università e business school anglosassoni. E’ stata fra le prime a realizzare collaborazioni editoriali con le maggiori società di consulenza internazionali.

Nel 1997 Edizioni Olivares vince a New York, con il volume Vele verso la Cina di Maria Weber, il Premio “Global Business Book” del Financial Times – Booz Allen Hamilton.
In collaborazione con Booz Allen Hamilton la Casa Editrice ha pubblicato due titoli:L’economia dell’entertainment. L’impatto dei mega media sull’economia globale e iconsumi individuali, il primo volume edito in Italia sul sistema dei mega media edell’entertainment in cui Michael J. Wolf – uno fra i più autorevoli consulenti mondiali delle aziende di questo settore – presenta un quadro approfondito sia della loro evoluzione sia delloro impatto sulla vita e i consumi degli individui; Next TV. La via italiana al digitaleterrestre di Luigi Pugliese, un agile saggio che prepara i lettori/telespettatori italianiall’approdo tecnologico che sta coniugando le potenzialità dei servizi interattivi e di Internet con la semplicità della TV. Nel 2002 Edizioni Olivares pubblica il volume Il linguaggio dei nuovi media di Lev Manovich, Docente di Visual Arts presso l'Università della California: il volume presenta il primo studio organico e competente, dopo l'avvento di Internet, dei new media, collocati nella traiettoria di sviluppo della cultura e dell'economia contemporanee.

Nell’autunno 2003 esce Bioeconomia - La nuova convergenza fra biologia, informatica e business di Christopher Meyer e Stan Davis, già Autori di Blur – Le zone indistinte dell’economia interconnessa, bestseller internazionale pubblicato da Edizioni Olivares nel 1998. Il volume è il primo studio sistematico pubblicato in Italia sulla convergenza tra biologia, informatica e business e sui nuovi modelli economici basati sui princìpi di evoluzione e adattamento.